Il ricambio d’aria nelle stanze delle abitazioni e dei luoghi di lavoro è fondamentale per la salute e il benessere.

In casa sono presenti numerose sostanze dannose per la salute:
1) I fornelli da cucina rilasciano monossido di carbonio dopo aver consumato l’ossigeno per la fiamma.
2) Alcuni materiali da costruzione e lo stesso sottosuolo rilasciano il radon, un gas nocivo per la nostra salute che può infiltrarsi fra le crepe delle fondazioni.
3) Mobili, detersivi e vernici sono invece i principali responsabili del rilascio di formaldeide, mentre gli elettrodomestici emettono quantità silenti di ozono.
4) Nei tessuti, come tende e materassi, sono quasi sempre presenti acari e a volte anche muffe e funghi.

Una ventilazione continua e sufficiente si può ottenere tramite un sistema di Ventilazione Meccanica Controllata, che inoltre garantisce un notevole risparmio in bolletta grazie al recuperatore di calore che pre-riscalda l’aria fresca in entrata, riducendo le spese di riscaldamento.

Aprire le finestre e le porte consente di arieggiare, ma se siamo in inverno e si lasciano aperte le finestre per più di 5-10 minuti c’è il rischio che la casa si raffreddi. Inoltre l’operazione andrebbe ripetuta ogni ora circa, quando la casa è abitata. Un altro errore che si effettua spesso è aprire la porta del bagno dopo aver fatto la doccia, così l’umidità potrebbe invadere le altre zone della casa: è necessario aprire la finestra dopo aver fatto la doccia,in modo che il vapore fuoriesca unicamente da lì. il tasso di umidità in casa non dovrebbe superare il 55% , è possibile tenerlo sotto controllo mediante un igrometro.

Tratto da: Tuttogreen.it